Uniti contro il terrorismo

In merito ai terribili fatti di Parigi, condanniamo il fanatismo che semina terrore e che vuole toglierci la libertà di vivere e di esprimere le nostre idee e la nostra fede. Condanniamo la violenza, la crudeltà, l’addestramento di soggetti giovani e fragili e  l’ indottrinamento  subdolo che si avvale dei social.
Inoltre occorre  poi fermare le provocazioni di Salvini , che ha colto al balzo l’occasione per un evidente calcolo elettorale, senza avere ancora notizie precise sui responsabili dell’attentato.
Occorre non cedere alla deriva della paura verso cui i terroristi e certi politici vorrebbero spingerci, per evitare che il nostro Paese cada nella trappola del razzismo più becero genericamente indirizzato contro la comunità mussulmana che é stata, ricordiamo, fino ad oggi l’obiettivo più colpito dal fanatismo islamico.
Ora occorrono forza , coraggio, unione vera sui principi fondamentali conquistati con il sacrificio di milioni di persone che ci hanno preceduto e hanno segnato il passo alla democrazia. Occorre non smettere di vivere ma sentirci sempre più uniti nel combattere un terrorismo che vuole annientarci e capire che solo con politiche condivise si può far fronte a una guerra senza terre e confini che potrebbe colpire ovunque e in ogni istante.

Tutti i democratici vicentini in questo momento sono vicini alla Francia e all’Europa intera che, quali culle della democrazia e della tolleranza, devono far leva sui propri principi ideali e sulle loro fondamenta costituzionali perché se vinceranno la paura e la chiusura, avranno vinto i terroristi.
Pietro Menegozzo e Chiara Pavan
I segretari provinciale e cittadino del Partito Democratico