Ritorno al passato per gli uffici comunali di Via Torino?

I consiglieri comunali appartenenti alla quinta commissione “Servizi alla popolazione, Sociale e Sanità” Isabella Sala e Giovanni Rolando chiedono la convocazione urgente della commissione al Sindaco Rucco ed alla presidente Albiero.

La richiesta nasce dalle recenti dichiarazioni sulla stampa dell’assessore al personale Valeria Porelli, anche a seguito dell’incontro con le rappresentanze sindacali dei dipendenti comunali del 18 Ottobre svoltosi in Prefettura di Vicenza con la partecipazione del direttore generale del Comune Gabriele Verza e del segretario generale Stefania Di Cindio, che ipotizza un nuovo spostamento dello SPORTELLO UNICO PER IL CITTADINO ubicato nel palazzo di Via Torino, comprendente i settori Anagrafe – Stato civile – Tributi – Funerario – Permessi ZTL – Consegna atti – Oggetti rinvenuti – Urp e composto dal front office per il ricevimento del pubblico al piano terra e con il back office, ovvero gli uffici che contribuiscono alla gestione operativa, al primo piano della stessa sede, per un totale complessivo di 80 dipendenti circa alla vecchia sede del Palazzo degli Uffici di Piazza Biade.

Considerando che sono trascorsi appena sei mesi dalla data del trasferimento di detti uffici in Via Torino e che il ritorno al passato potrebbe avere ripercussioni, anche economiche, a carico del Comune e presenta alcune criticità, una per tutte riguarda il fatto che il Palazzo degli Uffici di piazza Biade è privo di ascensore per persone con disabilità motoria, i due consiglieri comunali chiedono la convocazione urgente della commissione per poter avere, in totale trasparenza, tutte le informazioni e gli orientamenti che la giunta comunale ha deciso, o ha intenzione di decidere a breve, in tema di servizi demografici alla popolazione.

Front_Office_uffici_comunali_Via_Torino