Questione stipendi dipendenti comunali: positivo il parere del ministro

Il Partito Democratico Vicentino dichiara il suo pieno sostegno al Sindaco Achille Variati ed al suo tempestivo tentativo di risolvere la questione legata all’eventuale restituzione da parte dei dipendenti comunali degli aumenti contrattuali legati alla progressione orizzontale – affermano Chiara Pavan, segretaria cittadina PD e Giacomo Possamai, capogruppo PD in Consiglio Comunale – Accogliamo quindi positivamente il parere favorevole che il ministro D’Alia ha già dato all’emendamento al decreto sugli Enti Locali, che consentirebbe di sanare le posizioni contrattuali dei dipendenti comunali di Vicenza e di altri comuni italiani. Noi faremo la nostra parte allertando i parlamentari vicentini del PD, in modo tale che seguano con particolare attenzione l’iter dell’emendamento.

Va anche detto che da questa situazione, come sostengono anche CGIL, CISL e UIL che in questi giorni sono costantemente al fianco dei dipendenti, non emerge alcun abuso poiché le amministrazioni (prima di centrodestra e poi di centrosinistra), all’atto della sottoscrizione dei contratti collettivi decentrati integrativi, hanno rispettato i vincoli di bilancio annuali e pluriennali e i parametri di virtuosità per la spesa del personale. Ci sembrano quindi davvero pretestuose le contestazioni mosse dagli ispettori del Ministero all’amministrazione comunale, anche tenendo conto del fatto che Vicenza è annoverata tra i comuni virtuosi e con i bilanci in ordine. Come Pd Vicentino vogliamo infine esprimere tutta la nostra solidarietà verso i dipendenti del Comune (i cui stipendi sono, tra le altre cose, bloccati dal 2009) e garantire il nostro massimo impegno per una soluzione positiva della vicenda