Portale www.dovesalute.gov.it, anche la sanità sposa il web 2.0

«Trasparenza e informazione per un approccio che mette al centro il paziente». La Vicepresidente della Commissione Sanità della Camera sintetizza così la rivoluzione introdotta ieri dal Ministero della Salute con il lancio del portale www.dovesalute.gov.it, uno strumento rivolto ai cittadini per informarsi sui servizi e sulle attività delle strutture sanitarie italiane.

Se in questa prima fase l’elenco disponibile nel sito comprende solo gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, saranno presto online le informazioni su tutte le strutture sanitarie, tra ospedali, ambulatori, farmacie, centri di riabilitazione, consultori e altro ancora. «È questione di qualche settimana, diamo il tempo alle Regioni di provvedere a inviare al Ministero tutti i dati sulle strutture sanitarie e sui servizi territoriali e ambulatoriali offerti», afferma Sbrollini.

I dati saranno consultabili grazie a un sistema di ricerca facile e immediato, per tipologia, per ambito operativo, per luogo o per nome della struttura.

Oltre alle attività svolte, ai servizi offerti, ai recapiti telefonici, alle indicazioni stradali e alle fotografie, sarà possibile valutare la qualità dei servizi. «Come il famoso tripadvisor per ristoranti, hotel e luoghi di interesse – afferma Sbrollini -, così il nuovo portale del Ministero della Salute offrirà ai cittadini la possibilità di esprimere giudizi che si concretizzeranno in scale da una a cinque stelline – da “estremamente insoddisfatto” a “estremamente soddisfatto” -. Con questo portale, l’Italia vuole puntare l’attenzione sui bisogni della persona e garantire quella trasparenza che partecipa a rendere più competitive le strutture sanitarie, anche nell’ottica delle cure transfrontaliere».