IL POLTRONIFICIO DI RUCCO

Un anno e mezzo di governo cittadino. ZERO risultati, due rimpasti e tante poltrone


Dopo i casi di Ermanno Angonese nominato presidente di Ipab incompatibile secondo la legge Madia e del coordinatore del partito di Forza Italia Ciro Ammendola all’Ipark; dopo i casi di certe nomine pubbliche, in società partecipate, sollevati da Otello Dalla Rosa circa Alessandro Caldana a presidente del collegio sindacale di Società Vicentina Trasporti e di Silvia Rachela nominata da Rucco prima consigliere e vicepresidente di Ipab e poi amministratrice unica di Ipark, società controllata al cento per cento da Ipab, emerge ora un altro caso di incompatibilita’ tra il duplice incarico pubblico del nuovo assessore Mattia Ierardi nominato l’8 ottobre per il partito di Fratelli d’Italia dal sindaco Rucco (in calce l’interrogazione al riguardo presentata dal Consigliere Rolando del PD).

E tutto ‘condito’ da due rimpasti di giunta con l’estromissioni di tre assessori da lui nominati, girandola di deleghe assessorili e di incarichi a consiglieri delegati con ‘spezzettamento’ delle responsabilità anche all’interno di uno stesso assessorato, tutto in nome di un equilibrismo politico che con la vera amministrazione di una città non ha nulla a che fare. E non è finita, in quanto la maggioranza è ancora attraversata da beghe – pure palesate pubblicamente – che stanno bloccando totalmente l’attività amministrativa in quanto ci sono consiglieri che non hanno ancora ‘ottenuto’ ciò che a loro era stato promesso.

L’ultima nomina di ieri ( 23 ottobre n.d.r), come evidenziato in un post del nostro Gruppo Consiliare (
https://www.facebook.com/pg/PDVicenzaGruppoConsiliare/posts/): “Ieri Rucco ha affidato al Consigliere Naclerio (sì, proprio lui, quello dei post fascisti, della villetta di Ospedaletto, del cambio di casacca in consiglio comunale…) la delega allo studio e allo sviluppo di nuovi progetti nel campo della sicurezza.

Delle due l’una: o Rucco ammette così il proprio fallimento nel campo della sicurezza o, per l’ennesima volta, è costretto a cedere ai diktat di Berlato e Fratelli d’Italia.

In ciascuno dei due casi si dimostra debole e inadeguato, più intento a tenere assieme i cocci della sua maggioranza che a pensare alla città.”

Zero risultati, solo poltrone, e la città arranca senza un progetto.

Il testo dell’interrogazione del Consigliere Rolando sulla nomina di Ierardi

Il Sindaco di Vicenza Francesco Rucco, con decreto PGN 0157986 dell’8 ottobre 2019, ha nominato il nuovo assessore il sig. Mattia IERARDI, a cui sono state attribuite le seguenti funzioni delegate:

–          AGRICOLTURA

–          VERDE PUBBLICO

–          PROTEZIONE CIVILE

–          INFRASTRUTTURE

–          INNOVAZIONE TECNOLOGICA E SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA.

Considerato che:

il Decreto Legislativo 8 aprile 2013 n. 39 stabilisce le disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni a norma art. 1 della Legge 6 novembre 2012 N.190 (13G00081), tutt’ora vigente.

Al Capo VI del succitato Decreto Legislativo, l’articolo 11 stabilisce quanto segue:

– c. 2 GLI INCARICHI AMMINISTRATIVI DI VERTICE NELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI E GLI INCARICHI DI AMMINISTRATORE DI ENTE PUBBLICO DI LIVELLO REGIONALE SONO INCOMPATIBILI:

CON LA CARICA DI COMPONENTE DELLA GIUNTA DI UN COMUNE CON POPOLAZIONE

SUPERIORE AI 15.000 ABITANTI.

Tutto quanto su richiamato ai sensi di legge vigente il sottoscritto

INTERROGA

Il Sindaco e l’Assessore alla Trasparenza per conoscere:

–          se il sindaco di Vicenza è a conoscenza di quanto su rappresentato;

–          se sussistano o meno le condizioni di incompatibilità e/o inconferibilità per il doppio incarico pubblico di vicepresidente di ATER provinciale di Treviso, incarico che si può riscontrare a tutt’oggi sul sito stesso dell’Azienda Territoriale di Edilizia Residenziale pubblica attribuito al sig. Ierardi Mattia, e la funzione di assessore della giunta comunale di Vicenza attribuita dal sindaco di Vicenza allo stesso sig. Ierardi in data 8 ottobre 2019;

–          se il sig. Mattia Ierardi abbia rivestito all’atto della nomina ad assessore di Vicenza e rivesta ancora la funzione di vicepresidente dell’ATER provinciale di Treviso e/o faccia ancora parte del Consiglio di Amministrazione dello stesso Ente essendo stato nominato consigliere del Cda con decreto del presidente della giunta regionale del Veneto Luca Zaia.