Contrà San Francesco. Nessuna garanzia sull’utilizzo del parcheggio da parte dei cittadini.

Comunicato del Gruppo Consiliare PD: “La concessione del diritto di superficie per la realizzazione di un parcheggio sopraelevato in Contrà San Francesco non offre alcuna garanzia sull’utilizzo del parcheggio da parte dei cittadini.

La delibera è vuota ed inconsistente, è priva di progetti o studi di fattibilità e non pone alcuna condizione affinché il parcheggio, in futuro, possa restare a servizio dei cittadini e non diventare, invece, ad uso esclusivo dell’ULSS.

Gli emendamenti e gli ordini del giorno presentati dalle minoranze sono stati bocciati. Essi non miravano a bloccare l’opera, intendevano invece assicurare al Consiglio Comunale, e quindi alla città, un controllo sulla stessa, sul suo impatto viabilistico, estetico ed ambientale, sul rischio idrogeologico e sul rispetto delle distanze dal Parco Querini e dal parco giochi del teatro San Marco. In Sindaco, in sostanza, ha preferito rinunciare al ruolo di governo e di controllo che gli spetta.

Aggiunge il segretario cittadino Formisano: Il Sindaco Rucco ha replicato in modo stizzito alle prese di posizione espresse dai consiglieri di minoranza sulla questione del raddoppio del  Parcheggio San Francesco. Comprendiamo il nervosismo del Sindaco che si trova ancora una volta in difficoltà con la sua maggioranza, fra assenze dimostrative e goffi tentativi da pianisti per celiare una situazione che sembra andare verso una naturale conclusione,  quella della conclusione del peggior mandato amministrativa che la nostra città abbia vissuto.

Comprendiamo che il Sindaco viva un momento di grande pathos essendo prossimo a licenziare l’ennesimo  assessore  e ad attuare il secondo rimpasto in poco più di anno, con il risultato probabile di non riuscire a soddisfare le aspettative delle varie correnti della sua maggioranza. Dovesse licenziare anche l’assessore Cicero perderebbe, per sua colpa,  due tra gli esponenti politici di maggior esperienza (Zoppello e Cicero appunto) che sono stati tra i primi a credere in lui. E questo nell’accezione comune ha una sola definizione. 

Forse però il suo nervosismo dovrebbe rivolgersi maggiormente verso la sua stessa Giunta, che oltre ad essere immobile sulle scelte importanti, sta anche pasticciando con gli atti amministrativi.  E checche se ne dica una delibera come quella presentata l’altra sera in Consiglio  non può certo essere additata come esempio di buona Amministrazione: una delibera che prevede la costituzione del diritto di superfice per realizzare un parcheggio sopraelevato (in cemento ?) in Contrà San Francesco.  Un atto amministrativo che non è stato accompagnato né da  uno studio di fattibilità nè un progetto, né tantomeno da un rendering che ci spieghi cosa andiamo a collocare di fianco ad un corso d’acqua, ad un parco giochi,a  pochi metri da Parco Querini.  Noi riteniamo che la proposta vada analizzata e discussa con la massima attenzione. Esistono sicuramente delle alternative possibili per i parcheggi visitatori e dipendenti all’ex Motorizzazione a al Seminario meno impattanti e a raso da valutare prima di elevare un manufatto in cemento di cui non è dato conoscere l’impatto. Oltretutto un parcheggio in quel luogo creerebbe ulteriori problemi per la viabilità  della zona di San Marco  e attirerebbe ulteriore traffico in centro storico.

I consiglieri del Partito Democratico, hanno chiesto che si apra un dibattito in città con le categorie interessate.  E certo non è nostra intenzione creare problemi né agli utenti dell’Ospedale, né ai lavoratori.
Invitiamo pertanto il Sindaco ad avere rispetto di chi, come consigliere di minoranza, svolge un delicato compito di verifica e di controllo, così come previsto dallo Statuto del Comune e dalla normativa di legge.