Comune di Vicenza: vinto il Bando Periferie

dalla pozza

Il Comune di Vicenza ha vinto il Bando Periferie; questo il resoconto dell’Assessore alla Progettazione e alla Sostenibilità Urbana Antonio Dalla Pozza:

“17.794.000 euro: a tanto ammontano le risorse che grazie al “bando periferie” arriveranno in città tra poche settimane.
E sommati agli 11,5 milioni di euro di fondi europei, erogati dalla Regione Veneto, sono 30 milioni di euro che questa Amministrazione ha portato in città negli ultimi sei mesi.
Rinasceranno aree da tempo abbandonate, da bonificare, saranno accese “luci” dove prima c’era il buio, e Vicenza avrà nuovi servizi, come il trasporto pubblico a chiamata diurno per le frazioni, e dieci stazioni per il bike sharing.
Abbiamo dimostrato come la nostra Amministrazione sia capace di mettere in pratica ciò che da tempo dice, ovvero che il nostro obiettivo sia la riqualificazione dell’esistente e non l’espansione della città. Lo abbiamo fatto la settimana scorsa con la “Variante Verde”, lo facciamo ora con un grandissimo progetto di recupero e di riattivazione.

Domani saranno 18 anni che ho fatto il mio primo ingresso a Palazzo Trissino da amministratore.
E oggi so che ho dato senso a questo cammino, mettendo in pratica quello che ho imparato quando ero scout dalle parole di Baden Powell: “…Cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di quanto non l’avete trovato”.
Con questo progetto, Vicenza lo sarà. E io sono orgoglioso di far parte di questa Amministrazione.

Quella che abbiamo annunciato oggi è una vera e propria ripartenza per la città, grazie a un recupero di luoghi in cui i cittadini si ritrovano e si incontrano.
Tra questi un esempio è l’ex centrale del latte nel quartiere di San Bortolo, il cui progetto è frutto anche dell’impegno decennale del comitato guidato da Giancarlo Albera e Giuseppe Secone. Andremo ad utilizzare il finanziamento anche per progetti del bando sul bilancio partecipativo non finanziati o finanziati solo parzialmente: scuola di Laghetto, via Torino e via Firenze, le ex serre Cunico a parco Querini. Sarà l’occasione per i cittadini di riappropriarsi di luoghi ora interdetti, in alcuni casi perché oggetto di bonifiche come il PP6 del teatro o il PP7 di via Cattaneo, a cui va ad aggiungersi l’area ex Zambon, ditta a cui l’amministrazione è grata per aver creduto nel progetto dell’amministrazione, appoggiandolo con una lettera d’intenti. Il progetto, poi, prevede una particolare attenzione verso la ciclabilità e il trasporto pubblico, in particolar modo verso le frazioni che sono poco servite dai mezzi pubblici. Il risultato raggiunto è motivo di orgoglio per l’impegno profuso nei mesi estivi da tutti i tecnici comunali coinvolti insieme ad Ance e all’Ordine degli Architetti. Il 2016 è stato un anno proficuo: il Comune ha ottenuto 30 milioni di euro di finanziamento, 11 milioni e mezzo di fondi europei dalla Regione per il trasporto pubblico e la riqualificazione di un centinaio di alloggi popolari, a cui ora si vanno ad aggiungere i 17 milioni 794 mila euro del bando periferie.”

A fine gennaio l’Assessore Dalla Pozza presenterà in dettaglio il progetto del Bando Periferie al Direttivo Cittadino.
A febbraio organizzeremo degli incontri nei circoli e nei quartieri per presentare il Bando.